Giardinando Olgiata nasce nel 2012, per volontà di Annamaria Molteni e Fulvia Midulla, in collaborazione con la Pro Olgiata che dal 1989 opera sul territorio per la tutela dell'ambiente e la salvaguardia del comprensorio.

Oggi è un'Associazione e si focalizza sulla tutela dell'ambiente e sulla Cultura del Verde rivolta a tutti, soprattutto ai bambini e alle persone in difficoltà, handicap o svantaggio culturale e sociale.

Realizza corsi per principianti ed appassionati, visite guidate a particolari giardini, seminari, workshop, attività didattica nelle scuole, corsi di metologia didattica e botanica per insegnanti, laboratori rivolti a persone con disabilità o svantaggio, attività di sostegno all'accesso alla natura a scopo terapeutico (assistenza socio sanitaria), ricerca e promozione delle piante spontanee nel territorio.

ANNO SOCIALE 2023/2024

Dedichiamo questo anno sociale a Marco Polo, viaggiatore, naturalista e divulgatore - in occasione del VII centernario dalla sua morte (1324).

 

Le sue avventure, raccontate nel Milione, portano ad una prima conoscenza del mondo botanico della Cina che verrà successivamente esplorata dai molti cacciatori di piante nei secoli successivi. Dalla Cina provengono, infatti, buona parte delle piante che coltiviamo nei nostri giardini.

 Leggi il nuovo articolo! 

Heuchere - Per colorare l’ombra

Maggio 2024

 

Foglie importanti e fiori leggeri, quasi trasparenti,  per le Heuchere, erbacee perenni che arrivano dal nord America.

 

Le vedo in pochi giardini, a volte ne trovo alcune sparute in qualche vivaio normalmente commerciale, capitate sicuramente per caso. Le ho incontrate in massa festosa ed incredibile al castello di Chantilly vicino Parigi dove accompagnavo una mia amica vivaista per il festival delle piante.

Eventi 2024

CASTELNUOVO DI FARFA (RI)

 

Domenica 21 aprile 2024 ore 10.30

 

Palazzo Salustri-Galli
Il palazzo Salustri-Galli appartine all'omonima famiglia che per divesi secoli ha amministrato le terre di proprietà dell'abbazia benedettina di Farfa, ila Fabaris di Ovidio e il piccolo Riana.
La residenza si trova sul lato nord el paese di Castelnuovo di Farfa e costituisce un quarto dell'intero antico abitato entro le mura. Essa rappresenta, dunque, il trait d'unione tra il pese e il paesaggio, tra la cultura dell'olio oggi rappresentata dal Museo dell'Olio della Sabina e la coltivazione di questa stessa pianta in tutto il Mediterraneo.
 
Museo dell'olio
Il Museo dell'olio della Sabina, inagurato nel 2001, celebra attraverso arte e architettura l'antichissima cultura olivicola della Sabina terra in cui oggi si produce ancora un olio di fama mondiale: il D.O.P. Sabina.
 

 

Quota di partecipazione: € 18,00 soci - € 21,00 ospiti

Prenotazione entro il 12.04.2024  al n. 3351595377 o info@giardinandolgiata.it

 

IL GIARDINO DELLE FARFALLE

- Febbraio 2024 - 

 

Progetto Didattico per tre classi di terza elementare della Scuola "Marie Curie" in località Le Rughe, Formello (RM) in collaborazione con il Rotary club Roma Olgiata.

 

Con lo sviluppo costante delle nostre città, diminuiscono  i prati naturali, habitat per farfalle, uccelli e piccola fauna selvatica con il rischio dell’estinzione di molti insetti Fortunatamente però attrarre gli insetti impollinatori è davvero facile.

Anche in città, nei giardini privati o in quelli condominiali è possibile creare delle colorate e "gustose" zone per le farfalle ed insetti utili.

Per un giardino delle farfalle di successo è necessario fornire il nutrimento non solo alle farfalle adulte, ma anche ai bruchi, che rappresentano la loro forma larvale.

Ogni giardino, per quanto piccolo, può dunque costituire un'oasi dove le farfalle possono nutrirsi, riprodursi, sostare durante gli spostamenti.

I giardini per le farfalle contribuiscono così a formare degli importanti “corridoi” tra le aree naturali ancora esistenti. 

 

L’associazione Giardinando, specializzata in botanica e strategie operative/didattiche per rendere fattibili e fruibili i giardini dedicati agli insetti impollinatori sviluppa un progetti che si articola in due parti... 

Eventi 2023-2024

Castelnuovo di Farfa (RI)

21 APRILE 2024 

Domenica 21 aprile 2024 ore 10.30

 

Palazzo Salustri-Galli
Il palazzo Salustri-Galli appartine all'omonima famiglia che per divesi secoli ha amministrato le terre di proprietà dell'abbazia benedettina di Farfa, ila Fabaris di Ovidio e il piccolo Riana.
La residenza si trova sul lato nord el paese di Castelnuovo di Farfa e costituisce un quarto dell'intero antico abitato entro le mura. Essa rappresenta, dunque, il trait d'unione tra il pese e il paesaggio, tra la cultura dell'olio oggi rappresentata dal Museo dell'Olio della Sabina e la coltivazione di questa stessa pianta in tutto il Mediterraneo.
Museo dell'olio
Il Museo dell'olio della Sabina, inagurato nel 2001, celebra attraverso arte e architettura l'antichissima cultura olivicola della Sabina terra in cui oggi si produce ancora un olio di fama mondiale: il D.O.P. Sabina.

 

Quota di partecipazione: € 18,00 soci - € 21,00 ospiti

Prenotazione entro il 12.04.2024  al n. 3351595377 o info@giardinandolgiata.it

Workshop di decorazione floreale dedicato alla Pasqua

23 MARZO 2024

Cari Amici,
abbiamo l'occasione di avere con noi un maestra dell'arte floreale: Giovanni Marchiori dell'Associazione E.D.F.A. 
Il floral design terrà una lezione introduttiva sull'arte del comporre con i fiori.
Sarà un divertente ed interesante momento per creare divertendosi, perché un insieme di fiori, sia pure bellissimi, non è sufficiente a generare una composizione.

 

Prenotazione obbligatoria entro il 05.03.2024  al n. 3351595377 o info@giardinandolgiata.it

 

Alla scoperta dei luoghi della Tuscia - Tuscania (VT)

10 MARZO 2024

Domenica 10 marzo 2024 ore 10.00 

 

1. TUSCANIA IL CUORE DELLA TUSCIA

2. CAPOLAVORI DELL’ARTE ROMANICA

3. ABBAZIA DI SAN GIUSTO

 

ABBIGLIAMENTO: abiti comodi e leggeri, scarpe comode, acqua

 

Durata della visita: 3 ore circa 

Soci: 21,00 € - Ospiti: 24,00 € 

 

Prenotazioni entro il 29/02/2024 al n. 3351595377 

Il Giardino degli Sposi

 

Giardinando Olgiata propone il servizio: la Lista di Nozze "Verde"! Scopri cos'è!

 

"Ho amato il giardino prima dei miei ricordi"

di  Annamaria Molteni

Alcuni sapori, odori, memorie tattili mi portano alla mente stati di benessere antichi, troppo lontani per essere chiamati ricordi, ma immagazzinati nella grande memoria dei sensi. Che gli odori e sapori siano in grado di evocare in maniera intensa e vivida episodi autobiografici, ce lo spiegano gli psicologi  ma è Proust che descrive  per  primo un evento simile in relazione all’odore di una “madeleine”:

Ed ecco, macchinalmente, oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzo di «maddalena». Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di focaccia toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa.

(M. Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913)

 

Ma senza scomodare Proust e gli psicologi, seppi da mia madre che accanto alla nostra casa di Rimini, dove sono nata e vissuta per i primi due anni, c’era la villetta di una vicina separata solo da gruppi di siepi basse.

Era lì che mi trovavano spesso con le mani nella terra, il naso nei pomodori, la curiosità di toccare tutto: i petali dei fiori, le foglie, i lombrichi  e le coccinelle.

Io non me lo ricordo, ma so che questo grande amore per il giardino nasce da molto lontano.

Amo il giardino  in tutti i suoi aspetti, le sue stagioni, i colori e gli umori della terra, le emozioni di trovare ogni giorno qualche cosa di diverso dal precedente, le aspettative, le delusioni, le gioie, il lavoro.

Di lavoro ce n’è tanto ma quello dipende dal giardino che desideri: formale con un grande prato o “overplanted” come il mio. Io ci lavoro tanto tutti i giorni ma credo che per chiunque sia appassionato, il lavoro del giardiniere, sia solo una fonte di soddisfazione. D’altro canto i libri di un famoso paesaggista, Paolo Pejrone, giardiniere lui stesso, si intitolano  appunto “La pazienza del giardiniere” o “ Il vero giardiniere non si arrende”.

Mentre sto scrivendo ed è sera, penso che fuori, nel mio giardino, gli steli continuano ad allungarsi, gli insetti depositano le larve, le radici continuano ad allungarsi ad esplorare l’oscurità della terra... un giardino sempre in movimento , in sintesi, è la vita.

Esiste qualche cosa di più interessante?

Oltre ad essere un’appassionata giardiniera mi piace condividere: condividere sensazioni, esperienze, consigli, idee perche’ credo nella condivisione come arricchimento di ognuno.

Ora che sono in pensione ho tutto il tempo per dedicarmi a ciò che mi piace,  escluso naturalmente il tempo dedicato alla famiglia e ai nipotini ormai numerosi.

Da alcuni anni organizzo gli incontri di Giardinando, conversazioni con vivaisti di settore, workshop, visite guidate a particolari giardini e “Giardinando Kids” dedicato ai bambini.

Se volete prendere un caffè e parlare di piante, potete venire a trovarmi nel mio giardino.

Giardinando Kids

Dedicato ai bambini

Libri

Per segnalare gli scritti sul verde che riteniamo più interessanti 

Kids Libri

Libri per bambini, per adulti/bambini, per insegnanti a 360°, per educatori, per genitori "giardinieri" e per nonni che trasmettono la loro saggezza "verde" ai nipoti.

Stampa | Mappa del sito
© Annamaria Molteni Giardinando Olgiata - Largo Olgiata 15 00123 Roma